Hit enter to search or ESC to close
Logo-Martini-Rossi

PARTNER TECNOLOGICO

DESCRIZIONE INTERVENTO

Impianto di Pessione. Linee 24 e 42 atte alla produzione di spumanti per il mercato Russo.

La normativa export prodotti vitivinicoli verso la Russia prevede una tracciatura puntuale delle bottiglie, identificate da un contrassegno di stato univoco. Per ogni contrassegno viene richiesto al produttore di tracciare la scatola di afferenza, la posizione nella scatola, il pallet di afferenza della scatola, la posizione della scatola nel pallet.

Di seguito viene riportato lo schema a blocchi della linea

A seguito di un revamping della linea atto ad aumentare la produzione è stato reso necessario un replacement del sistema informatico preposto al fetch dei dati e all’HMI in quanto le specifiche del precedente sistema IT non erano compliant con la nuova implementazione: la velocità di elaborazione del sistema in essere non consentiva all’impianto di raggiungere la massima velocità di produzione. Inoltre il cliente ha espresso la necessità di definire dei settings di impianto specifici per il binomio articolo/cliente finale.

IMPLEMENTAZIONE SOLUZIONE

Viene riportato di seguito un diagramma a blocchi relativo alla soluzione implementata.

IDOM accede al bus di rete (tpc/ip) per i seguenti scopi:

  • Ricevere l’ordine di lavoro dal Modulo Archivio in modo tale da proporre la ricetta di impianto per il binomio articolo/cliente che si intende produrre. Tale comunicazione avviene tramite le interfacce esposte da IDOM tramite web services;
  • Comunicare ai plc di stazione (etichettatura, inscatolamento,pallettizzazione)
    ◦ le ricette di produzione
    ◦ loggare i contatori e i valori di associazione
    ◦ contrassegno –> scatola
    ◦ scatola –> pallettizzatore
  • Provvedere alle interfacce utente (HMI) di linea atte al comando delle stazioni di linea;
  • Inoltrare lo stream video delle telecamere di postazione sull’HMI associato.

L’azienda ha sviluppato il Modulo Archivio come componente esterna, per i seguenti scopi:

  • comunicare con il sistema sorgente ordini (SAP)
  • agire come intermediario tra SAP e IDOM
  • aggregare i dati collezionati da IDOM e produrre i report di spedizione

BENEFITS

IDOM-benefits

 

  • Il sistema implementato risponde ampliamene in termini di performance e qualità del dato sulla base dei requisiti attesi dal cliente.
  • È stato possibile implementare agevolmente le due distinte linee utilizzando la medesima architettura applicando varianti minime in fase di configurazione della seconda istanza di IDOM.
  • Alla luce dell’architettura IDOM, a fronte di una modifica alle aree di memoria dei plc o del modello/brand sarà sufficiente cambiare la configurazione senza dover né distribuire aggiornamenti né riavviare il sistema.
  • L’architettura del sistema ha consentito la centralizzazione di moduli prima distribuiti su implementazioni distinte, ovvero: l’hmi, la gestione stream video, il comando e la raccolta dati implementati sulla precedente infrastruttura prevedevano l’utilizzo di n componenti software eterogenee (con conseguenti problematiche legate sia all’interazione che alla fruibilità dei servizi).

SVILUPPI FUTURI

Il cliente si è dimostrato soddisfatto della soluzione implementata, pertanto, è in cantiere l’implementazione di una soluzione integrata su una terza linea di produzione in un altro stabilimento.